Principio di funzionamento degli idrocicloni

Principio di funzionamento degli idrocicloni

Un idrociclone è un dispositivo statico che applica la forza centrifuga a una miscela liquida in modo da favorire la separazione di componenti pesanti e leggeri.

L'idrociclone è un vaso chiuso progettato per convertire la velocità del liquido in entrata in movimento rotatorio. Lo fa dirigendo l'afflusso tangenzialmente vicino alla cima di un cilindro verticale. Ciò gira l'intero contenuto del cilindro, creando una forza centrifuga nel liquido. I componenti pesanti si spostano verso l'esterno verso la parete del cilindro, dove si agglomerano e si muovono a spirale lungo la parete verso l'uscita sul fondo della nave. I componenti leggeri si muovono verso l'asse dell'idrociclone dove si muovono verso l'uscita verso la parte superiore della nave.

Gli idrocicloni sono anche correlati alle centrifughe in quanto entrambi sono destinati a separare i corpi pesanti e le luci mediante l'applicazione della forza centrifuga ai liquidi. La differenza fondamentale è che gli idrocicloni sono separatori passivi in grado di applicare modeste quantità di forza centrifuga, mentre le centrifughe sono separatori dinamici che sono generalmente in grado di applicare molta più forza centrifuga rispetto agli idrocicloni. Un'altra differenza chiave tra idrocloni e centrifughe è il costo. Le centrifughe sono costose macchine rotanti di precisione che spesso richiedono un controllo sofisticato, mentre gli idrocicloni non hanno parti mobili e di solito non hanno alcun controllo, quindi sono dispositivi a basso costo.

Idrocicloni e centrifughe sono dispositivi complementari piuttosto che concorrenti. Se la gravità da sola risolverà una parte significativa dei solidi in un minuto o due usando un test rapido del flacone, dovresti studiare la separazione dell'idrociclone. Se la decantazione richiede molto più tempo, potrebbe essere necessaria una centrifuga o un altro metodo di separazione.